loader image

Per alimento si intende una qualsiasi sostanza che il soggetto introduce ed utilizza per consentire le normali attività fisiologiche, per riparare e sostituire le perdite che si verificano durante il giorno o durante l’attività fisica ed aumentare, eventualmente, la massa muscolare.

Prima di tutto è necessario fare una distinzione tra alimenti naturali e principi alimentari. Nella prima categoria rientrano i cibi di origine animale e vegetale, assunti con o senza manipolazioni culinarie. I principi alimentari, invece, corrispondono ai costituenti degli alimenti come proteine, carboidrati, grassi, acqua, sali minerali e vitamine.

Gli alimenti, dunque, possono essere suddivisi in cinque gruppi:
1. cereali e tuberi (pane, pasta, riso, mais, avena, orzo, farro, quinoa, segale, kamut, patate, cereali da prima colazione…) le cui porzioni giornaliere raccomandate sono comprese tra 2-4;
2. frutta, ortaggi e legumi freschi le cui porzioni giornaliere raccomandate sono comprese tra 3-5. Assumendo alimenti del primo gruppo insieme ai legumi si ottengono proteine paragonabili a quelle di origine animale quindi carne, pesce e uova;
3. latte e derivati (latte, yogurt, latticini e formaggi) le cui porzioni giornaliere raccomandate sono comprese tra 1-2;
4. carne pesce e uova (carni bianche e rosse, prodotti della pesca, uova) e legumi secchi (fagioli, ceci, lenticchie, piselli…) le cui porzioni giornaliere raccomandate sono comprese tra 1-2;
5. grassi da condimento (di origine vegetale come olio extravergine di oliva, olio di semi etc. e di origine animale come burro, panna, strutto, lardo etc.) le cui porzioni giornaliere raccomandate sono comprese tra 1-3.

Le vitamine
Sono sostanze essenziali per l’organismo che devono essere assunte con la dieta; fino al oggi ne sono state riconosciute 13, ognuna con la propria funzione.

Esse vengono distinte in due principali gruppi:                      liposolubili (A, D, E e K) che si depositano nell’organismo stesso formando delle riserve, motivo per cui non è necessario assumerle quotidianamente:

idrosolubili (vitamine del gruppo B e quella C) le quali invece vanno introdotte con l’alimentazione ogni giorno. In linea generale le vitamine liposolubili si trovano in maggiore quantità nella carne e negli oli, mentre quelle idrosolubili nella frutta e nei vegetali.

Un’alimentazione sana ed equilibrata è in grado di soddisfare le richieste di vitamine, le cui concentrazioni, tuttavia, si riducono nella frutta e verdura coltivate in terrenti molto sfruttati e negli animali allevati con alimenti di ridotta qualità. Al contrario, la loro concentrazione è maggiore nei cibi freschi, ben conservati e cotti in maniera adeguata.

È sempre preferibile scegliere frutta e verdura di stagione in quanto contengono una maggiore concentrazione di vitamine e quando è possibile è da preferire la verdura cruda o cotta a vapore.

Condividi
Go top
Il ristorante è chiuso pertanto non è possibile effettuare ordini in questo momento. Per conoscere i giorni e gli orari di apertura CLICCA QUI